7.6.10

Scacchiare

Come si effettua la scacchiatura, soprattutto sulle piante di pomodoro? Mentre per altri vegetali, come il peperone, non occorre scacchiare e per la vite la cosa è più complessa (ma c'è sempre Google Video), per quanto riguarda i pomodori l'operazione è più semplice: servono solo le dita :)
Alcuni sono contrari alla potatura di parti della pianta di pomodoro, ma ciò pare sia accettabile solo per quella di tipo "determinato", che si sviluppa in larghezza: è però poco diffusa, per lo più coltivata a livello industriale. Al contrario, le piante indeterminate sono così nominate perché si sviluppano in altezza -  perciò è necessario appoggiarle a dei tutori per farle crescere meglio. Le indeterminate sono più presenti nei nostri orti o vasi in terrazza e, proprio con queste piante, è davvero utile scacchiare (o sfemminellare). Scacchiare significa eliminare i cacchi (dette anche femminelle), vale a dire i germogli infruttiferi, per dare maggior vigore ai rami fruttiferi. I cacchi sono i germogli laterali presenti nell'ascella della pianta, cioè il punto d'incontro tra il fusto centrale e i rami. Le femminelle vanno asportate prima che raggiungano i 3 cm di lunghezza. Nella prima foto, quello cerchiato di rosso è proprio un cacchio di pomodoro. Basta prenderlo con le dita e strapparlo via.
Utile è anche la cimatura, che consiste nell’asportazione della parte superiore del germoglio apicale; in questo modo il pomodoro limita lo sviluppo in altezza (viene fatta dopo che la pianta ha gettato il quarto palco di branche, cioè il complesso di due o più rami inseriti sul fusto circa alla stessa altezza dal suolo). Nella seconda foto, nel cerchio rosso è indicata la cima e in viola il punto dove va staccata. Tutto ciò evita che la pianta coltivata non sviluppi troppo la vegetazione a scapito della fruttificazione, anticipando la maturazione dei pomodori. Inoltre scacchiare e cimare favoriscono una maggiore ventilazione tra il fogliame, aiutando perciò a prevenire la formazione di micosi (funghi), come del resto avviene evitando di bagnare le foglie quando si innaffia la pianta. Senza queste due operazioni, da effettuare a mani nude, perché i rami devono essere ancora teneri (in caso contrario sarebbe ormai tardi per compierle), il pomodoro produce sì molti più frutti, ma questi non si sviluppano molto nelle dimensioni (e anche nel gusto). Buon raccolto!

Nota. Ho ripubblicato, commenti compresi, questo post dopo aver cercato di migliorarlo. Grazie per le numerose visite, mi fa sempre sorridere pensare che sia più concreto cercare di coltivare pomodori che avere fiducia nella politica!

17 commenti:

  1. Anonimo7.6.10

    la scacchiatura è fondamentale, quando l'ho scoperta ho ottenuto tanti pomodorini in più che in precedenza, anche se qualcuno mi diceva che scacchiavo troppo :) ma non ho notato differenze nel gusto in verità...

    RispondiElimina
  2. Forse hai ragione per il gusto, non ho esperienza lunghissima di pomodori; comunque sia, quelli autoprodotti sono i migliori... :)

    RispondiElimina
  3. grazie per i preziosi consigli, sei stato super esauriente!

    RispondiElimina
  4. Ma grazie a te Re Use per il riscontro, buoni pomodori!

    RispondiElimina
  5. Anonimo10.4.12

    Dalle mie parti i "cacchi" vengono chiamati "Bastardi" e si tolgono, per quanto riguarda la cimatura non la si fa, anche se a volte capita, soprattutto chi semina un po in anticipo sulla stagione calda ed annaffia abbondantemente, che i pomodori vengano molto alti, troppo alti.
    per qanto riguarda invece i rami bassi, alcuni togono i primi rami partendo dal basso, ma in casa mia non si è mai fatto perchè i pomodori che nascono in basso sono anche i primi e quelli che giungono a maturazione completa per poter conservare semi sicuramente maturati con maggior probabilità di germinazione l'anno successivo rispetto a semi presi casualmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del contributo. Comunque credo che tutti i pomodori, a parte quelli di fine stagione che possono non arrivare a maturazione, portino semi in grado di germinare.

      Elimina
  6. Grazie a tutti per i preziosi consigli !!! E' la prima volta che coltivo pomodori (2 piante !!!!) , poi vi saprò dire !!!

    RispondiElimina
  7. Anonimo8.6.12

    Avrei una domanda... (é il primo anno che pianto i pomodori)

    i miei pomodori sono alti ca. 50 cm adesso.. e ho tagliato per sbaglio il busto principale.

    Continuano a crescere lo stesso i 2 rami? Mi conviene mettere giu delle piantine nuove o rendono ugualmente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai tagliato il fusto e ti sono rimasti solo due rami temo che le tue piantine non produrranno granché. Ora è un po' tardi per seminare, ti conviene comprare piantine già nate in vivaio... e puntare all'anno prossimo, vedrai che sarai più bravo! Ciao!

      Elimina
  8. Anonimo11.6.12

    grazie per il consiglio.. ciao!

    RispondiElimina
  9. Anonimo12.6.12

    SALVE, E' IL PRIMO ANNO CHE COLTIVO POMODORI, MI HANNO DATO 6 QUALITA' DIVERSE DI POMODORI 3 PIANTINE PER TIPO, TUTTE STANNO SVILUPPANDO BENE E CON FRUTTI TRANNE UNA SPECIE CHE HA SOLO FIORI CHE NON FANNO FRUTTO, EPPURE HANNO TUTTE LO STESSO TRATTAMENTO.
    ESISTE UNA QUALITA' CHE SVILUPPA DOPO? OPPURE E' UNA PICCOLA FRAGATURA?
    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' i pomodori tardivi ci sono, comunque non direi sia proprio tardi, magari basta un po' di pazienza, i fiori sono un buon segno...però, povera piantina, perché chiamarla una fregatura? :)

      Elimina
  10. A sentire voi sembra si debba effettuare la scacchiatura su tutti i tipi di pomodoro; in altri siti ho visto invece che sui pomodori a crescita determinata non sia poi così importante, anzi proprio il contrario. Che ne dite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, intanto nel post parlo di piante INdeterminate, quelle che ci troviamo solitamente in orti e terrazzi. La scacchiatura si esegue su diverse specie vegetali commestibili e so per esperienza che una buona "sfemminellatura" assicura una buona produzione di pomodori. Quando la pianta ormai sviluppata ha diversi rami secondari, questi distraggono energie preziose per la fruttificazione. Poi ognuno fa come gli pare, ma finora nessuno, almeno qui, s'è mai lamentato della scacchiatura! Ciao! :D

      Elimina
  11. Anonimo13.6.15

    Ciao sono Paki e coltivo in carso
    E credtemi ê molto dura...posso sfeminellare
    Dopo un mese o è troppo tardi??
    Come concime uso l ortica e noto grandi miglioramenti i fusti si sono rafforzati tanto.
    Che ne pensi?grazie buon orto a tutti

    RispondiElimina
  12. Ciao Paki, certo dev'essere dura con quel suolo, complimenti :D Il macerato di ortica è naturale, nutriente (Calcio, Potassio e Azoto), di rapida disponibilità, a costo e km zero. Ottimo, ma più che il tempo, per il taglio delle femminelle tieni conto della loro "tenerezza" e lunghezza: sotto i 3 cm. le puoi eliminare, altrimenti rischi di far troppo male alle piante. Buon raccolto!

    RispondiElimina