20.6.11

Israele significa disumano

Al corteo tenutosi sabato 18 giugno a Milano, contro la fanatica kermesse pro-Israele in piazza Duomo, buona parte delle forze dell'ordine in tenuta anti-sommossa era costituita dalla Guardia di Finanza. E' questo corpo, infatti, che tramite i suoi reparti "AntiTerrorismo - Pronto Impiego" intrattiene rapporti con i servizi segreti israeliani, Mossad in primis - come ricordato da Wikipedia sull'Atpi. Chissà, magari per questo motivo la GdF non si preoccuperà mai di scovare evasione fiscale nei capitali che corrono tra il nostro e quel paese.
E' Israele per primo a creare una commistione pericolosa tra sionismo e identità culturale ebraica, coinvolgendo le comunità sparse per il mondo come basi logistiche e informative per il Mossad, come ricordava Stefano Vernole nell'articolo "Il Mossad in Italia" nel 2005. La ricostruzione della storia delle Br in quelle righe parrà azzardata, ma non lo è quella della vicenda del falso anarchico Bertoli, così come della politica filoisraeliana di Spadolini ma, soprattutto, dell'accusa dell'allora capogruppo dei deputati del Psi Formica contro Israele per la strage, cosiddetta di Natale, del rapido 904 Napoli-Milano (15 morti e più di 100 feriti).  
Per non rinunciare agli aiuti americani, Israele non persegue la pace, né a casa propria, né altrove: è di pochi giorni fa la notizia dell'arresto di una spia del Mossad, infiltrata nella protesta di piazza Tahir nella capitale per creare divisioni tra popolo ed esercito egiziani. Eppure, come spiega l'Istituto di Gerusalemme per gli studi sul mercato (Igsm), i finanziamenti dagli Usa danneggiano Israele!
Vittorio Arrigoni è stato ucciso dal Mossad, da cui dipendeva il gruppo degli assassini che già dovevano creare divisoni a Gaza. Vittorio era scomodo, in quanto vero solidale ed eliminarlo è stato un avvertimento per scoraggiare i coraggiosi che salperanno tra pochi giorni sulla Stefano Chiarini, la Freedom Flotilla 2
E' assurdo che chi fa dell'Apartheid la propria politica, calpesti per primo la propria storia e i propri morti. Il genocidio dei palestinesi è nazismo. Per questo l'Istituto (traduzione della parola Mossad) non è altro che la reincarnazione delle SS. Per questo Vik è un partigiano che è andato oltre le parole, amando con tutto se stesso un popolo che sta subendo da decenni uno sterminio disumano. Vittorio adorava i bambini palestinesi, bambini che non hanno infanzia. Restiamo umani

Nessun commento:

Posta un commento