3.7.11

Violenza di Stato

Mentre ormai finiscono gli scontri in Val Susa e infuriano le immancabili polemiche, il mio pensiero va a chi, senza volerlo, è stato già tanti anni fa vittima della violenza di Stato, che cercava mostri da sbattere in prima pagina per santificare la demoniaca Tav: Edoardo Massari, per gli amici Baleno e Maria Soledad Rosas, detta Sole. I due innamorati furono ritrovati impiccati, il primo nella sua cella del carcere delle Vallette a Torino e Sole nella casa in cui era agli arresti domiciliari, nel 1998. Tramite due giudici disonesti torinesi, Laudi e Tatangelo, con l'apporto dei Ros, furono accusati di diversi sabotaggi in Val di Susa, contro trivelle e cantieri dell’Alta Velocità, insieme all'amico Silvano. Alla fine saranno tutti assolti, anche se due ormai morti e soltanto a Silvano sarà data una condanna per un reato minore, non certo quella iniziale di associazione sovversiva con finalità di terrorismo. Ma il buon valsusino, intanto, ha perso due amici, s'è fatto 4 anni di arresti e riportato danni alla salute permanenti per via dello sciopero della fame durato 40 giorni circa.
La montatura serviva a criminalizzare il movimento squatter torinese. Si parlò addirittura di lupi grigi e anche Travaglio, insieme a Feltri, Vattimo, Bocca, si pascevano con gli altri media al banchetto degli innocenti. Al funerale di Edo i familiari chiesero che ci fossero solo i parenti e gli amici, ma i giornalisti si presentarono lo stesso svegliando rabbia e incidenti. Da bravi sciacalli.
Dal manifesto anarchico del decennale della morte di Edo e Sole
Conoscevo Edo, Sole e Silvano. Ne ricordo la dolcezza, la generosità, la semplicità. Vivevano da anarchici, e solo per questo andavano bene per essere colpiti, perché amavano. E amare non va bene in questa puttana senza cuore di società.
Loro hanno subito una violenza inaudita. La stessa che colpisce chi non vuole vedere la propria valle morire. E' certo che alcuni attentati furono compiuti da qualche valsusino che già allora sapeva non esserci un  futuro con la Tav. Ma c'erano di mezzo anche e soprattutto carabinieri, servizi segreti e le 'ndrine. Oggi in rete e tv e domani sui giornali i mostri saranno coloro che hanno voluto con violenza rispondere alla violenza di Stato. Ma per me è solo fisica dinamica, secondo il principio di azione e reazione: ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria.

"Ci vogliono morti
Perché siamo i loro nemici
E non sanno che farsene di noi
Perché non siamo i loro schiavi
"
                                       Soledad

2 commenti:

  1. magari non guardi indietro nei post (o nei commenti), comunque.... grazie!

    RispondiElimina
  2. no no, li guardo... grazie a te, di tutto, angie!

    RispondiElimina