10.3.12

Linea lilla fantasmilla

Fantasmilla è un diminutivo spagnolo di "fantasma". Un piccolo spettro pare proprio esserlo la linea 5 della metropolitana milanese: le date sulle aperture delle varie tratte sono slittate più volte. 
Sembra che finalmente la prima parte, Bignami-Zara, s'inauguri per l'arrivo del papa, a maggio, visita che costerà 3 milioni di euro (ma starsene a casuccia sua no?). Poi, Garibaldi quando apre?
Mi piacerebbe che il comune fosse un po' più sincero su queste benedette scadenze, evitando di farci apprendere le novità solo dai giornali, come l'anno scorso, quando saltò fuori che la "lilla" è...delle banche! Il sito metro-5.com, cui rimanda quello comunale, ha tutto il sapore della vecchia giunta: tanta propaganda e poca sostanza.
A quanto si sa (sempre dai quotidiani) la linea 5 forse nel 2015 vedrà terminata la tratta fino a Lotto, dove è richiesta una grande profondità per via di Linea 1 e fiume Olona (Brr...). Ma molti abitanti a San Siro lo ignorano: coinvolti nella truffa dell'expo loro malgrado, pensano che le ultime 3 stazioni, Segesta, Ippodromo e Stadio, apriranno in tempo. Eh no, il 16 farà capolinea in Segesta ancora a lungo, forse fino al 2017. In via Harar poco tempo fa tutto un caseggiato ha appeso striscioni, stufi del cemento. La San Siro devastata dalla linea lilla è isolata, degradata e mèta prediletta dalla microcriminalità. Evviva il sindaco!

Nessun commento:

Posta un commento