3.4.12

Blog senza copyright

Nel mio blog non voglio copyright*. Perciò non solo le immagini, ma link e quant'altro sia considerato invece di diritto proprio può essere rimosso su richiesta degli aventi causa.
Non nego un pizzico di follia in questo "abortire" il diritto d'autore, ma... mi fa ridere! Come se qualcuno, entrando in una chat, esordisse così: "Salve room, tutto ciò che scrivo è di mia proprietà!". Non mi addentro su musica e cinema ma le mie opinioni, che posso esprimere in virtù del beneamato articolo 21, sono un'opera d'ingegno? Ma poi proprio qui, nel regno del copia e incolla? 
Non sono un pubblicista, questo non è un giornale e quanto ai soldi (10€ in quasi 3 anni!) ho dedicato ben troppi post alla réclame. 
Mi spiace però se dovessi aver rubato qualcosa a qualcuno. Ammetto che qualcosa prendo ma lo rielaboro con Gimp di Ubuntu, come il simpatico cranietto qua sopra; nel caso dell'archivio De Bellis, rispetto il loro volere per cui "la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate".
E il Creative Commons? Già mi son regalato per natale la cancellazione (apparente, perché quella completa è impossibile) da facebook e devo pure ingollarmi l'ennesimo biscottino precompilato da altri? La rete pencola tra libertà e controllo. Il mio sentierino è sconnesso ma mi ci trovo benino. So di non essere libero, però... quanto lo sarei poi nella realtà?

* Naturalmente, "Blogspot" ha le sue norme di copyright. Un blog segnalato per violazione del diritto d'autore può anche essere chiuso. Io però non mi preoccupo: nel caso, ho pronta la scialuppa per Wordpress...

Nessun commento:

Posta un commento