12.12.15

Il pericoloso odio per gli animali

La crudeltà sugli animali è un indicatore di pericolosità sociale. Sembra semplice osservarlo ma non lo è. Non lo è per l'Italia, dove, a differenza degli Stati Uniti, il maltrattamento sugli animali non è un reato grave. Eppure è così semplice, che cominciando, magari da bambini, la violenza passi poi contro le persone. Non è un caso, nemmeno, che un tipico avvertimento mafioso sia recapitare teste mozzate o corpi decapitati di animali.
Link-Italia è una piccola, giovane e coraggiosa associazione che si batte per il riconoscimento di questo semplice ma terribile assioma: il Link è nella continuità di vittime tra animali e umani. Il bullismo inizia da bambini, magari per problemi di violenza subita, proprio a danno di animali.
Non si tratta di sensibilizzazione animalista, dato che si tratta di un marker precoce di criminalità sanguinaria. Se è vero che non tutti gli abusatori di animali diventano serial killer, è riconosciuto però che tutti i serial killer lo furono.
La foto potrà apparire troppo forte: non lo è e zooerastia, clip crush e quello che puoi trovare sul sito di Link-Italia è molto, molto più terrificante. Io, che oggi ho seguito un corso di Link e ne sono sconvolto, non riesco ad aggiungere altro, se non che è possibile segnalare i maltrattamenti sugli animali al Corpo Forestale dello Stato, telefono 1515.

Una delle cose più pericolose che possa accadere a un bambino è quella di uccidere o torturare un animale e farla franca.
                      Margaret Mead

Nessun commento:

Posta un commento