27.2.11

Berlusconi al manicomio criminale

Negli Opg, gli ex manicomi criminali, vengono reclusi soggetti con gravi problemi mentali e socialmente pericolosi(?), spesso in modo arbitrario e illegale. Su questa tragica realtà avevo già scritto un post. Ora però penso che sarebbe il luogo ideale dove rinchiudere il capo del governo, dopo la diffusione dell'idea che sia psicotico. Tale è considerato da tantissime persone e dopo Eco, anche De Magistris oggi lo ha definito "schizofrenico". Senza entrare nelle spine di una diagnosi storicamente dibattuta, provo a indicare i sintomi del premier con esempi noti, ma con un approccio diverso da quello tenuto da Eco al Palasharp.
Deliri: "Sono il miglior presidente del consiglio degli ultimi 150 anni" è un bell'esempio, ma sono troppi per citarli tutti, basta fare un giro su Google, digitando per esempio "deliri berlusconi" (quasi mezzo milione di risultati).
Allucinazioni: vede giudici (e) comunisti ovunque e, all'opposto, sondaggi che gli danno una popolarità strepitosa. Anche qui Google è illuminante.
Disorganizzazione verbale - spesso perde il filo del discorso, divaga e usa immagini assurde - e comportamentale: a suo stesso dire, disturbi del sonno, oltre all'evidente ridere di frequente e in modo inappropriato.
Inoltre sintomi negativi, quali appiattimento affettivo (paga per sentirsi amato) e assenza di contatto visivo, come si può osservare in numerose foto e filmati che lo ritraggono.
Secondo il DSM IV, già due tra questi sintomi, ripetuti per almeno 6 mesi, basterebbero per la diagnosi; in più Berlusconi ha una disfunzione sociale che va dal lavoro alle relazioni interpersonali: per le orge salta impegni importanti, sia politici che familiari, come i compleanni dei figli; inoltre i sintomi non sono dovuti a problemi neurologici (se no ci demolirebbe i testicoli come fece con il "suo" cancro) o di tossicodipendenza (insomma non parrebbe proprio bruciato come quel cocainomane di La Russa... E poi il Viagra è più nocivo al cuore). La cronicità è tipica della schziofrenia e anche l'inculato preferito dalla mafia non fa eccezione.
Si può obiettare che con tutti i soldi che ha (i dividendi  e gli affari milionari stretti con Putin e Gheddafi)  mica sia tanto psicotico il presidente delle meretrici. Intanto, lui è espressione di un intero sistema malato, colluso con le mafie e con i peggiori affaristi senza scrupoli del paese (i Ligresti, i Romiti, i Rotondi, gli Angelucci, i don Verzé, i Veronesi, etc.); poi, Berlusconi è davvero convinto di essere un grande statista e politico, un adorato dalle donne e dalla popolazione tutta. Si mette in pose da grand'uomo con i dittatori, si fa sfilare gioielli e soldi sia che si tratti di un pappone (Mora), di un lacché (Fede) o di quattro adescatrici (Minetti e compagnia spogliante) per sentirsi figo. Lui paga, i voti come i manifestanti, i parlamentari come i giudici corruttibili alla Metta... 
Anche il suo "lolitismo" denuncia un rancoroso e patologico recupero di un'affettività perduta nell'adolescenza, davvero fuori tempo massimo (a 75 anni!) Infatti, più che un pensiero logico adulto, il piduista sembra veleggiare in un suo mondo dorato, fantastico, interpretativo. I commenti delle squillo intercettate rivelano quanto sia nudo (e schifoso) il re. Insomma, Berlusconi ha di certo molti disturbi: persecutori, di grandezza, ipocondriaci (parlare del cancro alla prostata come il male del secolo o piagnucolare che ha un dente da rifare quando con la Minetti faceva ben altro...). La cleptomania di solito si declina sugli oggetti reali, ma si può tacere del suo bisogno patologico e irrefrenabile di rubare? Infine, è lampante che abbia problemi sessuali: oltre ad avere difficoltà nel fare amicizia (già, quanti amici veri avrebbe 'sto despota, se non fosse per il suo potere?) non ha un partner stabile (né ha agio a trovarne) con cui avere una sessualità soddisfacente.
Bruno Caruso,"I veri pazzi sono fuori", 1958
Lo confesso, non amo molto la psichiatria, ma qui si esagera: la risonanza della malattia mentale di Berlusconi è oramai di dominio mondiale. Mentre il paese intero scivola verso un progressivo annullamento, lui sguazza nella sua vanagloria, mandando tutto a rotoli per non finire in galera. Oggi 'sto gran statista s'è messo a criticare persino la scuola pubblica! Tanto ormai lui e la cricca l'hanno ridotta, insieme a lavoro, sanità, sociale, ricerca e cultura, a un terreno desertico. Il cavaliere della mafia forse non marcirà mai in un tetro manicomio criminale; ma lo meriterebbe... Comunque, più tempo resterà al potere, più danni farà, Gheddafi docet.

6 commenti:

  1. Anonimo1.3.11

    E' un puarit, farebbe tenerezza se non tenesse in ostaggio le nostre vite.

    RispondiElimina
  2. Concordo, si potebbe anche compatirlo se non stesse gettando il paese in una discarica...

    RispondiElimina
  3. Anonimo3.3.11

    Mi preoccupa di più che
    -un italiano su 4 lo voti
    - un altro italiano su 4 lo sostenga

    In tutto il 50% degli italiani.
    Dove finiremo di ŝuesto paso?
    Giancarlo

    RispondiElimina
  4. Giancarlo non so quanti lo voterebbero ora, ma la tua somma mi pare azzardata: cosa vuol dire non votarlo ma sostenerlo? Se ti riferisci a chi dovrebbe fargli la guerra e non l'ha fatto finora, va bene, ma possibile che l'opposizione lasci ancora circolare uno zombie simile?

    RispondiElimina
  5. Anonimo15.6.11

    Nessuna orgia fa costui. Magari per gli italici.Ciascun popolo è diversissimo dall'altro per biologia, cultura e costumi e costui assieme a costoro lo sanno. Ci son popoli ancora estremamente immaturi e non evoluti. I toschani, ad esempio, col sesso hanno problemi enormi fra di loro e si vede da come si comportano. Acidi e aggressivi.Medievali, si descrivono on-line. Il loro giullare è un inganno per le masse e vive a Roma. Per quanti secoli ancora lo saranno? Per sempre? Poi ci son gli Ultimi tra gli italici che vogliono essere i Primi, i primi nella StoriaX a distruggere ciò che Altri nella StoriaX costruirono. Alle orgie si dedicava Caius Julius Caesar NEL MONDO e beato lui! Leggenda? Mah.La costruzione di una "Fu Civiltà Probatoria". Chi furono gli schiavi? I meritevoli. Volere è potere!!! SEX non è questione mediatica esibizionista BUT questione di intimità!!! la pornografia è business. Occorrono delle doti atletiche. Il buon senso insegna a neutralizzare le nocive onde elettromagnetiche. Tutto il resto è un illusione ingannevole.E' una trappola per topi. L'ignoranza ammazza. I complessi, le frustrazioni, le pulsioni al furto e all' omicidio son questione biologica "mediorientale"..questione di FILOGENESI.Questione di razza.Buon sangue non mente.Questione di numeri.Di chi è consanguineo costui? Nessuno sa chi è in giro per il globo a parte gli addetti ai lavori ma costui vorrebbe essere tristemente famoso come emule del solito ILLUSIONISTA..SANGUE MARCIO.Tedesco. Oppure? Come finirà? Come al solito? Costoro sanno di non essere gli unici a fare ciò che i nemici non si aspettano e non si immaginano. Non solo Napalm. La tv del futuro.Vana gloria? E vaffanculo a Robert De Niro quel cattivo maestro di cui si servì il business. Quell'uomo insignificante. Perchè c'è sempre una parte da recitare si. Ma non al cinema. Nella vita. Costoro lo sanno. E senza di lui quel film l'avrebbe fatto un altro. A me la Psichiatria e le passerelle non interessano. A me interessa la BIO-HISTORY-X. E Full Metal-Jacket.

    RispondiElimina
  6. @Anonimo del 15.6: Le orge le fa eccome,tanto che anche il suo intorno lo vede malato. Io non farei un discorso di razze però... Non mi piace sentir parlare di popoli meno evoluti o più violenti. Il commento non lo cancello, a meno che qualcuno non mi chieda di farlo...

    RispondiElimina