21.11.11

Merkel e il maresciallo Petain

Mi inquieta oltremodo vedere insieme i capi di Francia e Germania pontificare sul destino di altri paesi dell'Unione Europea. 
La Ue sarebbe un bel progetto, se non fosse che circolano bene merci e capitali ma non professioni, persone, culture. E quei due pazzoidi credono di poter mantenere la servitù al capitale, al mercato, alla disuguaglianza.
Penso che, come i due figuri in foto, travolti dalla storia, Merkel e Sarkozy vedranno filare le Parche allo stesso modo. Me lo auguro, anche se il potere si chiude a riccio, massacrando dove si rialza la testa, in Egitto, Siria, Grecia. 11 morti a piazza Tarhir, a Il Cairo, solo nella giornata di ieri.
Siamo tutti nella stessa barca e, per quanto l'Europa di Serie A cerchi di tiranneggiare e di scampare il pericolo, nessuno può prevedere come, quando e quanto sarà il disastro che si scatenerà al pari di quelli naturali, travolgendo tutti.
Le banche faranno altro sangue, ma il capitale è perdente: lo sanno bene gli Stati Uniti, al sunset boulevard del ruolo egemone da supersbirro mondiale. La schizofrenia dilaga fino a titillare scenari nuclearizzati tra Persia e Israele. Cina e India sono all'apice. Cosa accadrà? Eppure i popoli sembrano sapere benissimo cosa fare, che si scioperi nel sud della Cina o si manifesti nel cuore morente dell'Impero.
Chi vivrà vedrà. Più tranvieri meno bancari.

2 commenti:

  1. Anonimo25.11.11

    Anche a me di questi tempi è venuta in mente la seconda guerra mondiale e, in particolare, Monti mi fa venire in mente Badoglio: "la guerra continua al fianco dell'alleato germanico".
    Oggi come allora non sappiamo quanto tempo staremo a difendere l'euro e quando torneremo sotto il ducetto.
    Se ci va bene avremo l'occasione di liberarci veramente e da soli, non solo di lui ma di tutti quelli che gli stanno intorno e che lo hanno fatto dimettere magari promettendogli il Quirinale.
    Per adesso siamo in caduta libera in attesa dei bombardamenti...

    Ciao
    Luca

    RispondiElimina
  2. Molto efficace l'immagine di Monti nei panni di Badoglio. Siamo proprio in piena tragedia: spero davvero che ci vada bene e che ci libereremo di questa cupola di vampiri. Per intanto aspettiamo di vedere le bombe: la manovra più crudele di sempre.
    ciao
    Giovanni

    RispondiElimina